I miei musicisti


La musica in qualche maniera mi appartiene, sono nato in una famiglia di musicisti, mio padre lo era, mio fratello lo è. In passato ho suonato la chitarra, a un certo punto mi sono persino iscritto al centro jazz di Torino e per tre anni ho studiato teoria e solfeggio... quando però bisognava fare sul serio e recuperare almeno 3 ore al giorno da dedicare allo studio, ho smesso, peccato. La musica fa parte della mia esistenza, durante la mia giornata, in qualsiasi cosa io sia impegnato un riproduttore audio da qualche parte suona.
Avevo un sogno: fotografare dei musicisti jazz, a Torino ce ne sono di musicisti, tanti, anche eccellenti, ma il jazz non rende famosi, solo tra gli appassionati, ragione per cui maggiormente la mia attenzione si rivolge a loro, pensare che questo sito possa anche solo un po parlare di musicisti e jazz mi rende felice. La mia ricerca personale di fotografare jazzisti è sempre aperta. Sono qui. Scrivetemi!

PARK STICKNEY TRIO

Il trio italo-americano, riunitosi attorno alla singolare personalità artistica di Park Stickney, arpista newyorkese che dopo gli studi accademici alla Juilliard School ha intrapreso l’intensa carriera musicale tenendo concerti in America, in Europa e in Asia e introducendo l’arpa tra gli strumenti della musica Jazz. Nel repertorio, i grandi del jazz ma anche Nino Rota, Henri Mancini, Sting e le composizioni di Stickney, con combinazioni sonore e ritmiche sempre nuove e un impatto immediato con il pubblico.

Dino Contenti Contrabbassista Torinese inizia a suonare il basso elettrico a undici anni. Nel 1977 si avvicina al contrabbasso da autodidatta e segue un percorso di studi classici. In seguito a lunga esperienza come bassista elettrico e contrabbassista, maturata nell’ambito della musica moderna di vario genere (pop, rock, etno), entra in contatto con musicisti di varie tendenze. Col tempo, l'esigenza di esprimersi attraverso l'improvvisazione, lo porta ad avvicinarsi alla musica jazz e dal 1985 inizia ad esibirsi in concerti in tutta Italia accompagnando musicisti italiani e stranieri.

Gigi Biolcati Batterista, percussionista, compositore torinese fonde sonorità e groove ispirati sia dalla tradizione batteristica che da quella delle percussioni etniche, in cui traspare l’aspetto tribale del ritmo contaminato da sonorità tecno-post-industriali. Cajon, tabla, djembe, kalimba, chincaglierie, voce, body percussion, scatole sonore a fessura e a corde, cassetti di legno suonate a piedi nudi con una tecnica che ricorda passi di flamenco e tip-tap, sono gli ingredienti che creano interessanti e variopinte poliritmie. Allievo del Maestro Enrico Lucchini ho collaborato negli anni 90’ con Cristiano De Andrè e Aida Cooper, con Maurizio Martinotti, con Alboran trio (due album per l’etichetta tedesca ACT), Paul James (per far parte della band internazionale Evening Star), con Riccardo Tesi e Banditaliana con Aldo Mella e Luisa Cottifogli (fonda gli YOULOOK TRIO). Dal 2014, (cinquantesimo anniversario dello storico spettacolo “Bella Ciao” di Spoleto), fa parte del cast del “Nuovo Bella ciao” diretto da Riccardo Tesi e che vanta la partecipazione di Lucilla Galeazzi, Elena Ledda, Ginevra Di Marco, Alessio Lega e Andrea Salvadori. Nel 2015, per il suo cinquantesimo compleanno, realizza un Album solo: Da Spunda pubblicato da Visage Music.

Aliquam et quam est

Donec maximus mauris et

Curabitur vel auctor velit

PARK STICKNEY TRIO
La copertina del Cd